Barbaresco DOCG Barbaresco DOCG

Nel passato c'è chi lo ha definito principesco e chi lo ha voluto proporre per la spiccata armonia: oggi è un "piccolo grande vino", di limitata quantità prodotta, ma di straordinaria piacevolezza nei caratteri organolettici.
Nel 1980 è stato riconosciuto a denominazione di origine controllata e garantita.

L'origine: Barbaresco, Neive, Treiso ed una parte della frazione di San Rocco Seno d'Elvio, nel comune di Alba, costituiscono la zona di produzione del Barbaresco, che qui nasce sui versanti collinari meglio esposti.

Il vitigno: è il Nebbiolo, un vitigno a frutto nero che germoglia per primo e lascia cadere le foglie per ultimo.

I caratteri: il colore è rosso granato e solo con gli anni propone delicati riflessi arancione; il profumo ricorda i sentori fragranti del grappolo, la frutta matura e il cioccolato, ma si completa in una sicura armonia eterea e speziata; elegante ed equilibrato è il sapore, intenso e persistente nel tempo.

Affinamento: 24 mesi di cui almeno 9 in botti di rovere.

A tavola: per la sua struttura importante è un vino da piatti sapidi e gustosi: secondi di carne e formaggi stagionati e saporiti. La sua particolare armonia di caratteri lo rende gradevole anche con piatti ben conditi e i dolci a bagnomaria. Da non trascurare il suo consumo fuori pasto, quando la conversazione prosegue pacata ed accattivante.

Temperatura di servizio: intorno ai 18 °C

Bottiglia: 75 cl
E-mail Stampa
~ ulteriori informazioni ~